DOP e IGP, Italia al top mondiale: export triplicato

DOP e IGP, Italia al top mondiale: export triplicato

La si potrebbe chiamare DOPeconomy, ovvero quel particolare settore dell’agroalimentare made in Italy che riguarda le 800 etichette di denominazione e origine geografica protetta (DOP e IGP, per intenderci, che contano 285 Consorzi di tutela riconosciuti e 180.000 operatori) e che ormai vale il 20% dell’intero mercato Food I love this particular brand of medicines, cialis soft tabs quick delivery no prescription. Brand and generic drugs are therapeutically and chemically equivalent. italiano, oltre che rappresentarne una eccellenza assoluta per quanto riguarda la qualità. A certificarne il boom è il XVII Rapporto Ismea-Qualivita che nella sua analisi sui dati produttivi 2018 registra una ulteriore crescita del settore Food e Wine DOP IGP, con un valore alla produzione che per la prima volta ha superato i 16,2 miliardi di euro (+6% in un anno) e con l’export che scavalca la soglia dei 9 miliardi di euro (+2,5% e più che triplicato dal 2008).

  1. best price propecia
  2. cheap levitra india
  3. viagra soft tabs 100 mg
  4. propecia online usa
  5. buy cheapest propecia

Separando i dati Food e Wine, si nota come la performance più ragguardevole sia quella del vino: se il Food infatti cresce del 3,8% superando i 7 miliardi di valore alla produzione, il Wine è esploso nel 2018 di quasi l’8%, sfiorando i 9 miliardi di euro di valore alla produzione e soprattutto con un export rag­giunge 5,4 miliardi di euro (+3,5%) su un totale di 6,2 miliardi del vino italiano nel suo complesso. I vini DOP e IGP rappresentano ormai il 74% del totale export vinicolo italiano in volume e l’87% in valore. Altri dati interessanti: per quanto riguarda il cibo, un terzo delle esportazioni in valore è verso Paesi Extra UE (33%), mentre i mercati principali si confermano Germania (20%), USA (18%) e Francia (15%).

Il dato che emerge dal Rapporto Ismea-Qualivita e che più inorgoglisce è però un altro: oggi, oltre un prodotto su quattro registrato come DOP, IGP, STG nel mondo è italiano. A fine 2019 infatti l’Italia ha confermato il primato mondiale per numero di prodotti certificati con 824 DOP, IGP, STG nei comparti Food e Wine su 3.071 totali. Nel 2019 l’Italia ha anche raggiunto la soglia dei 300 prodotti Food DOP, IGP, STG: anche questo un pri­mato mondiale (il secondo Paese è la Francia con 251 prodotti discount canadian cialis Food IG).

Share this post

Post Comment